o Progetti.Collaborazioni

o Linee di Costruzione Massimo Uberti

Salone del Mobile, 18 – 22 Aprile 2012
Nilufar

 

o ARTISTI

Lucy Dodd, Gaetano Pesce, Massimo Uberti, Joseph Walsh

 

o Comunicato

Massimo Uberti
Casa, stanza, scrittoio sono architetture e oggetti che viviamo quotidianamente come costruzioni necessarie al nostro vivere quotidiano. Uberti indaga invece la possibilità che si trasformino in luoghi per “abitanti poetici” e lo fa creando strutture luminose al neon che sono spesso praticabili e in scala reale.
Nelle intenzioni dell’autore vi è la voglia di farci immaginare queste architetture come luoghi dell’anima, e quale elemento è più pertinente della luce per ricordarci che siamo stati degli dei?

Nella sede di palazzo Durini, Uberti crea un progetto che sembra essere ancora in costruzione.
Vi è la casa immaginata (luogo archetipo per eccellenza) e una stanza che contiene gli strumenti di lavoro come la scala e i cavalletti da cantiere.
Sono strumenti di lavoro indispensabili e necessari per trasformare questo disegno luminoso in realtà, un nuovo spazio architettonico che l’artista crea per noi quasi a voler indicare l’ipotesi di un nuovo “abitare”.

Comunicato stampa: Download (in formato pdf)

 

o Opere in mostra

Linee di Costruzione Massimo Uberti   Linee di Costruzione Massimo Uberti   Linee di Costruzione Massimo Uberti

Neon lights, transformer, silver wire.
Italy, 2012.

 

Neon lights, transformer, silver wire.
Italy, 2012.

 

Neon lights, transformer, silver wire.
Italy, 2012.